Pages Menu

Postato da su Oct 20, 2013 in Eventi

Teatro, mostre e conferenze al “Festival della Scienza 2013”

Teatro, mostre e conferenze al “Festival della Scienza 2013”

Inizia il 23 ottobre il “Festival della Scienza” di Genova: sono in programma dodici giorni di incontri, mostre, laboratori, spettacoli e conferenze per conoscere la scienza e le sue ultime scoperte, le sfide e le domande a cui non ha ancora risposto, i nuovi mondi che si aprono davanti ad essa, e davanti a noi.

La scienza e la bellezza

Sarà il tema della bellezza, il filo conduttore di questo undicesimo Festival della Scienza, che vede la partecipazioni di scienziati di fama mondiale, come Kostya Novoselov, che ha ottenuto nientemeno che premio Nobel per la Fisica, il chimico Krzystof Matyajaszewski, la famosa antropologa Nina Jablonski, il naturalista David Rothenberg, Robert Kirshner, astrofisico e Bernd Heinrich, etologo. La bellezza è intesa come stupore e ammirazione per l’universo e anche come volontà di creare un mondo migliore. Il Festival si estende in tutto il centro città: va da Palazzo Ducale al Porto Antico a Sestri Ponente, dove ci saranno dei laboratori in Villa Rossi, lo splendido palazzo nobiliare appena restaurato.
Il pubblico può così avvicinarsi a questo mondo vissuto a volte come lontano e ostico, attraverso tavole rotonde, esposizioni, giochi e spettacoli teatrali, ma anche concorsi per start-up e progetti speciali.
All’interno di “Sulle Spalle dei Giganti”, la serie di conferenze in cui si ripercorrono le esperienze e scoperte dei più grandi scienziati della storia, saranno ricordate anche Margherita Hack e Rita Levi Montalcini, due grandissime scienziate italiane recentemente scomparse.
Anche i giovani sono protagonisti, con la cerimonia di chiusura del Premio Nazionale Federchimica Giovani 2013, durante la quale si dà un riconoscimento agli alunni delle scuole medie e superiori che hanno realizzato i migliori progetti sulla chimica di base e la plastica.
Inoltre il Festival della Scienza è anche l’occasione per ospitare le finali del Premio Nazionale per l’innovazione 2013: il 30 e il 31 ottobre nel Teatro della Gioventù vengono premiate le start –up che propongono le idee più innovative e tecnologiche.

Le mostre e gli incontri

Sono tantissime le mostre: a partire da Agorà, dedicata alla storia del pensiero e delle invenzioni dell’umanità, con un percorso che si snoda tra principi di matematica, progetti di ingegneria, studi astronomici. Invece ha tema ecologico la mostra chiamata Fragili Equilibri 3E, tutta sulle fonti energetiche e le forme di energia: “3E” sta proprio per “equilibri Energetici, Etici ed Emozionali”. E come poteva non essere la matematica la protagonista di “Bella e impossibile”? per quanto riguarda l’informatica, invece, la mostra “Tecnologia antropomorfa” si concentra sull’interattività, la multimedialità e la robotica. “Esplorando al Terra” mette i mostra il nostro pianeta, le viscere della Terra e va oltre, sui vicini Venere e Marte, mentre con l’installazione “Danzando con le Aurore” si può ammirare e capire il fenomeno delle Aurore Boreali. Interessante anche la mostra fotografica di Thierry Cohen, intitolata “Darkened Cities” con cui l’artista dimostra con tredici fotografie come il cielo notturno delle più grandi città del mondo sia povero rispetto allo cielo fotografato in assenza di inquinamento luminoso.
Ma non mancano veri e propri talk show, dove si parla delle ultime scoperte, dei dubbi e dei fallimenti della scienza più recente. In “Quello che non so”, lo spettacolo ideato dall’Istituto nazionale di Fisica nucleare (Infn), il pubblico si avvicina alla scienza tramite un format che mescola il talk show scientifico a performances artistiche, per parlare delle grandi sfide della fisica contemporanea, come la materia oscura e l’energia oscura, con interventi degli scienziati che hanno studiato il bosone: dal Cern intervengono Guido Tonelli e Fabiola Gianotti, mentre sono presenti Caterina Biscari, ricercatrice dell’Infn e direttore del laboratorio Cells Alba di Barcellona, e Antonio Zoccoli dell’Infn.
Invece “Quantum sei bello” è una conferenza-gioco che spiega come sono stati scoperti i quanti e cosa sono.
Insomma ce n’è per tutti i gusti, dalla chimica, all’alimentazione, alla vita quotidiana, all’astronomia, con spettacoli teatrali, giochi per bambini e conferenze, oltra alla rassegna delle pubblicazioni editoriali più recenti ad argomento scientifico. Trovate il programma completo del “Festival della Scienza 2013” su http://www.festivalscienza.it/site/home/programma.html

Immagine: Vaclav Janousek – Fotolia

Similar Posts: