Pages Menu

Postato da su Apr 1, 2014 in Viaggi

Nei luoghi dei Savoia nella prima capitale italiana

Nei luoghi dei Savoia nella prima capitale italiana

La storia della città di Torino è legata alla storia della dinastia reale dei Savoia, che già nel 1563 scelsero la città ai piedi delle Alpi come capitale del loro ducato. Da allora e per molti secoli a venire, Torino è stata al centro della storia di quella che sarebbe poi diventata la Repubblica Italiana, senza che i luoghi simbolo della storia ne fossero oscurati.

Torino prima capitale d’Italia

L’importanza di Torino all’interno della storia e dei giochi di potere dell’Europa iniziò ad essere chiara quando i Savoia, nel 1563, ne fecero il centro politico del loro ducato. Da allora la città ha sempre rivestito un ruolo di prestigio sia istituzionale, che economico e culturale. I possedimenti dei Savoia aumentavano e nel ‘700 la famiglia fu insignita del titolo di dinastia reale, acquisendo il Regno di Sardegna. Torino divenne allora capitale di un regno, e non fu più centro di un piccolo ducato.
Quando gli eventi storici portarono all’unità d’Italia, nel 1861, Torino fu proclamata capitale del nuovo Regno, titolo che mantenne fino al 1865, quando la capitale fu spostata prima a Firenze ed infine a Roma.

I luoghi dei Savoia a Torino

La presenza dei Savoia nella città piemontese fu molto lunga, e non si concluse con il trasferimento della capitale del Regno d’Italia a Roma. I luoghi che testimoniano questa storia sono dunque numerosi.
Le costruzioni sabaude, presenti a Torino e nei centri limitrofi che rientravano nel territorio del ducato e del regno, nel 1978 sono state riconosciute dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.
Il Palazzo Reale è forse il più rappresentativo segno della storia sabauda a Torino. Residenza della famiglia reale, si trova nel cuore della città, in Piazza Castello, ed essendo stata realizzata tra la fine del ‘500 ed i decenni successivi, presenta uno stile misto barocco e neoclassico.
Il Palazzo Carignano è anch’esso di stile barocco. Originariamente era una residenza nobiliare e oggi ospita il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano ed è affiancato dal Teatro Carignano e dalla Biblioteca Nazionale.
Il Palazzo Madama si trova in Piazza Castello. La sua storia è molto antica: infatti, fu eretto come porta a difesa della città dai romani, per poi divenire un vero e proprio palazzo nel tardo Rinascimento e una residenza sabauda dal ‘700 in poi.
Il Castello del Valentino, infine, si trova fuori dal centro cittadino, ed è uno dei luoghi dei Savoia più suggestivi, dal momento che sorge sulle rive del fiume Po. L’enorme struttura ospita oggi la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

Immagine: c – Fotolia

Similar Posts: