Pages Menu

Postato da su May 6, 2014 in Cultura

Mostra di “decollage” di Mimmo Rotella

Mostra di “decollage” di Mimmo Rotella

La chiama “decollage” la sua creazione Mimmo Rotella, il manifesto strappato e formato da un armonico e disordinato collage di carta. Le sue prime sperimentazioni saranno esposte a Milano in una mostra importante, che aprirà i battenti al primo piano di Palazzo Reale il 13 giugno e finirà il 31 agosto.

L’artista

Saranno esposte centosessanta opere del noto artista per ricostruire la sua attività dei primi dieci anni, cioè dal ‘53 al ’64, contestualizzando e confrontando il suo lavoro con quello di altri grandi artisti del Novecento, di cui subì l’influenza e che contribuì a influenzare a sua volta. Marinetti, Fontana, Pistoletto, Prampolini, Burri e Warhol furono tutti insieme parte di una stessa era artistica e rientrarono in un gioco di rimandi e suggerimenti reciproci.
Mimmo Rotella nacque a Catanzaro nel 1918, da giovane emigrò oltreoceano e frequentò la Kansas City University negli Stati Uniti. Rientrato in Italia nel 1952, a Roma inizia a lavorare sul manifesto pubblicitario, a rielaborarlo non solo nei colori e nelle forme, ama anche nel materiale, attaccandolo alla tela grezza, usando ruggini e colle. Negli anni Sessanta le sue opere diventano conosciute a livello internazionale, Rotella allaccia rapporti con il Nouveau Realisme francese, e con gli Stati Uniti della Pop Art. Nel 1961 viene invitato a esporre al Moma e 1962 espone le sue opere a Buenos Aires nella galleria Bonino e a New York nella galleria Sidney Janis.

Informazioni sulla mostra

La mostra, dal titolo “Mimmo Rotella. Décollages e retro d’affiches”, a cura di Germano Celant, è stata organizzata e prodotta dal Comune di Milano, dal Mimmo Rotella Institute e dalla Fondazione Mimmo Rotella.
La mostra sarà aperta il martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9,30 alle 19,30, il biglietto intero costa 11 euro, il biglietto ridotto 9,50 euro.

Immagine: pixabay.com – CollageSimilar Posts: